Amici 20, la mamma di Sangiovanni parla di Giulia Stabile e dell’adolescenza difficile del figlio

by Admin

Pubblicato il

Ecco le dichiarazioni della mamma di Sangiovanni!

Sangiovanni è uno dei protagonisti più amati di Amici 20!

Il cantante, attualmente impegnato con la ballerina del talent show Giulia Stabile, è finito in edicola per via di un’intervista rilasciata da sua madre a DiPiù.

Le sue parole, riportate da biccy.it, non sono di certo passate inosservate:

Qui a casa era legato a una bravissima ragazza che si chiama Margherita, quando è andato a Roma per partecipare ad Amici hanno provato a mandare avanti il loro rapporto ma la distanza, il fatto di non vedersi, li ha allontanati e hanno deciso di lasciarsi. Solo a quel punto Giovanni si è dichiarato a Giulia. A me e a suo padre ha detto che è molto preso da quella ragazza perché è “semplice e dolce”. Siamo discreti, non chiediamo altro. Non so quanto durerà con Giulia, l’importante è che sia felice.

La madre di Sangiovanni ha poi parlato di un periodo molto difficile vissuto da suo figlio:

Mio figlio a causa della sua sensibilità ha vissuto enormi sofferenze. E noi con lui. Alle scuole medie, purtroppo, era quotidianamente criticato dai professori che, malgrado lo conoscessero, non riuscivano ad accettarlo, a seguirlo, ad aiutarlo. Era tormentato. Tornava a casa e stava male, soffriva al punto che siamo stati costretti a fargli cambiare istituto scolastico in modo che potesse prendere la licenza media più serenamente, senza inutili patimenti.

Giovanni tornava da scuola ed era distrutto, si chiudeva la porta alle spalle, faceva esplodere tutta la rabbia che aveva dentro tra le mura della sua cameretta. Erano momenti di urla. Di dolore. Di pianto disperato. Per me, per suo padre e per i suoi due fratelli era una sofferenza vederlo tirare pugni al muro, ai mobili, tormentarsi nel raccontarci che fuori dalle mura di casa non si sentiva amato, capito, accettato. Sono stati anni difficili quelli in cui è sbocciata la sua adolescenza.

Giovanni ha un’intelligenza più vivace della media, riesce a memorizzare pagine intere in pochi minuti, a raccogliere ottimi voti dedicando pochi minuti allo studio. Ed è sempre stato un ragazzo molto estroverso, uno che già da bambino era capace di sostenere un dialogo con gli adulti. Ecco, queste sue caratteristiche non sono state apprezzate durante le scuole medie e i professori lo hanno preso di mira. C’era una professoressa che quando parlava di lui in sua assenza diceva: “Vedrete che brutta fine farà Giovanni…”. Ha provato a reagire, a integrarsi, a spiegare che era fatto a modo suo. Ma che non era sbagliato. Non c’è stato niente da fare. Giorno dopo giorno è finito ai margini della classe e ha iniziato a soffrire, a consumarsi al punto da scatenare il suo disagio tra le mura domestiche attraverso violentissimi momenti di rabbia.

Poi, fortunatamente, è arrivata la musica nella vita di Sangiovanni:

Ha iniziato a scrivere canzoni in rima, a cantarle nello stile parlato che piace tanto ai giovani. Mio figlio si è calmato mettendosi a scrivere le canzoni che ora sentite ad Amici e tante altre che ha ancora nei cassetti della sua cameretta. Lasciare che la rabbia si riversasse sui fogli lo ha guarito, lo ha cambiato, al punto da attirare l’attenzione di una grande casa discografica.

Cosa ne pensate delle parole della mamma del cantante?