Botta e risposta su Twitter tra Gaia Zorzi e Amanda Knox: ecco che cosa è successo e cosa si sono dette

by Admin

Pubblicato il

Ecco tutti i dettagli!

Sabato scorso Amanda Knox ha tristemente ironizzato sul caso di Meredit Kercher con un tweet poco carino:

Una storia horror di 5 parole? Indimenticabile studio all’estero in Italia.

Tra le tante risposte al tweet, è arrivata, come riporta biccy.it, anche quella di Gaia Zorzi:

Ogni anno twitti una cavolata come questa cercando di essere divertente (e non dimentichiamo che hai pubblicato un libro, hai fatto un podcast e un documentario) triste vedere come il momento più alto della tua vita sia stato l’essere accusata di omicidio.

Amanda, poco dopo, ha risposto a Gaia, cercando di dare una giustificazione:

Twitto un sacco di cose, soprattutto sulla riforma della giustizia penale, ma tu noti solo quando faccio una battuta che diventa virale. Questo è il tuo pregiudizio all’opera. Per la stragrande maggioranza del tempo, mi dedico a cause serie. Non intendo scusarmi perché occasionalmente faccio dell’umorismo sulla mia condanna ingiusta. Deve essere terribile essere così piena di rabbia e risentimento verso una persona che non hai mai incontrato. Spero che un giorno tu possa trovare compassione ed empatia. Non c’era niente di provocatorio in quel tweet. Sei tu a vederci una provocazione confondendo l’ingiustizia che è capitata a me, con l’ingiustizia che è capitata a Meredith.

Non si è fatta attendere la replica finale della sorella di Tommaso Zorzi:

Credo che ogni anno tu senta il bisogno di twittare una battuta per sentirti importante perché altrimenti le persone si dimenticherebbero di te, come abbiamo fatto con Raffaele Sollecito. Non c’è rabbia, ho solo detto la mia opinione. Su Twitter devi essere pronta a leggere opinioni diverse. Penso che tu sapessi che tipo di reazioni avresti ottenuto con quel tweet provocatorio. Non è la prima volta che scherzi sull’argomento e hai sempre avuto la stessa reazione, basta controllare i tweet delle citazioni per vedere che la maggior parte delle persone si sente provocata o legge tutto come sgradevole. Buona giornata.

Cosa ne pensate?