GfVip 6, un ex di Miriana conferma i regali costosi ma Pago avanza provvedimenti legali per tutelare la sua ex moglie

by Admin

Pubblicato il

Ecco tutti i dettagli!

Giacomo Urtis, recentemente, ha fatto molto parlare di sé per via di alcune inaspettate dichiarazioni su Miriana Trevisan.

Queste le sue parole:

Mi sembra strano che la facciano passare come se fosse pazzesca, bravissima, come una vittima… Amore, poi una volta che usciamo da qua ti racconto cosa ho visto in questi anni, perché io la conoscevo già prima di entrare qua. Un mio amico le comprava orologi, scarpe da 20-30 mila euro… sta qui a fare la vittima e poi li fa fuori uno dopo l’altro, li intorpidisce.

Tuttavia, come riporta biccy.it, ci sono stati dei risvolti a riguardo:

Giacomo ha chiesto scusa, ma subito dopo ha rincarato la dose confermando quello che aveva detto sulla sua coinquilina: “Ragazzi è tutto vero. Non è che me l’ha detto un conoscente. Il suo ex è uno dei miei migliori amici. Lui mi ha assicurato tutto quello che ho detto su quei regali“. Intanto Pago lunedì notte è intervenuto avvisando che al più presto avrebbe contattato i legali di famiglia per riferire di ciò che stava accadendo nella casa del GF Vip.

Ma non è finita qui:

In queste ore sta circolando sul web una presunta storia dell’ex di Miriana Trevisan (Vito) ed amico di Giacomo Urtis. In questo sfogo si legge che i regali di cui ha parlato il gieffino ci sarebbero stati. Pago però è tornato a difendere la Trevisan parlando di multe e carcere per chi diffamerà la sua ex moglie: “Visto i numerosissimi messaggi di solidarietà e gli ultimi avvenimenti che continuano ad accadere sia dentro che fuori la Casa del GF Vip ci tenevo a ribadire il concetto espresso ieri sera e a comunicarvi che la lista dei fortunati si sta allungando. Mi preme pure ricordare a qualcun altro che “se l’offesa consiste nell’attribuzione di un fatto determinato, la pena è della reclusione fino a due anni, ovvero della multa fino a 2065 euro. Se l’offesa è recata col mezzo della stampa o con qualsiasi altro mezzo di pubblicità, ovvero in atto pubblico, la pena è della reclusione da sei mesi a tre anni. È vero che se si è incensurati potrebbe bastare la multa ma se invece incensurato non sei? E pure basterebbe essere semplicemente delle brave persone. Proprio come lo è Miriana”.

Cosa ne pensate?