“Mi sentivo morire”, Rosalinda Cannavò e la confessione choc su una fiction Ares: ecco cosa ha dichiarato (FOTO)

by Admin

Pubblicato il

Le sconvolgenti parole della gieffina!

Rosalinda Cannavò, parlando con Andrea Zenga, si è lasciata andare ad una scioccante confessione!

Raccontandosi senza filtri, la gieffina ha rivelato a Zenga di un’esperienza traumatica vissuta durante le riprese de L’Onore e il Rispetto 3, fiction targata Ares. La notizia e le sue parole, riportate da biccy.it, hanno subito evidenziato il malessere provato dall’attrice siciliana:

Ero Venere, la figlia di Giuliana De Sio. In una scena lui mi ha uccisa e messa nel cofano. Facevo la morta, ma in realtà ero viva. Ero nel cofano in questa macchina d’epoca. Stavo scomodissima, io ero dentro il cofano che pregavo, soffro di claustrofobia. Sento lo stop della regia e sento urlare tutti ‘come cavolo si apre questa auto?’. Non capivano come si apriva il cofano. Ero impanicata, graffiavo e davo i pugni. Mi sono sentita morire. Bruttissimo ragazzi, sono rimasta dentro un bel po’.

Mi sono sentita male, ho avuto un calo di pressione. Terribile, non ci sono altre parole per quello che ho passato. Quella è stata una delle cose più brutte della mia vita. Mi sentivo morire. Ad oggi non ho capito per quale ragione non si sia aperto il cofano. Non ho capito come mai mi abbiano messa davvero dentro, potevano non mettermi. Pensate che io adesso non scendo sott’acqua perché quell’esperienza mi ha traumatizzata, ho paura di affogare sul serio.

Qui di seguito una foto tratta dal set della fiction di Canale 5:

Cosa ne pensate della parole di Rosalinda?