Rosalinda Cannavò scrive di nascosto una lettera a Zenga e lui confessa cosa prova ai suoi compagni

by Admin

Pubblicato il

Il rapporto che si è venuto a creare a sorpresa tra Rosalinda Cannavò e Andrea Zenga prosegue molto bene. Il destino ha voluto che..

Il rapporto che si è venuto a creare a sorpresa tra Rosalinda Cannavò e Andrea Zenga prosegue molto bene. Dopo aver interrotto la sua storia con l’ormai ex fidanzato Giuliano Condorelli, la gieffina si è lasciata andare con Zenga. Nelle ultime ore ha deciso di scrivergli una lettera per rivelargli cosa prova e come si sente.

Probabilmente il contenuto della lettera verrà mostrato durante la puntata di stare. Le fan della coppia sono riuscite a ricomporre il testo della lettera, grazie alle immagini. Ecco un passaggio importante:

Parole scritte nero su bianco, un po’ per la timidezza che mi blocca quando mi trovo di fronte a quei occhi così trasparenti, un po’ perché per noi un bigliettino è stato l’inizio di un’emozione che non può essere descritta con semplici parole ed è per questo che viverla è stata l’unica cosa che potessi fare, perché nulla di così unico e speciale aveva mai travolto la mia vita.

Non mi hai colpito sin dal primo istante, nonostante l’oggettività della tua bellezza ma è stato il tempo passato insieme a te che mi ha fatto scoprire i tuoi modi, la tua educazione, la tua eleganza, la tua profondità, la tua intelligenza e i tuoi valori, quelle cose che io ho sempre cercato in un uomo.

Il loro avvicinamento ha avuto inizio proprio con uno scambio di bigliettini che l’attrice aveva scritto ad Andrea dopo il suo incontro con il padre. Il destino ha voluto che Andrea, non essendo a conoscenza della lettera, abbia parlato con i suoi coinquilini e abbia confessato cosa prova per Rosalinda.

Ecco le sue parole, come riporta isaechia.it:

Qui non passi dalla conoscenza all’essere coppia, qua diventi subito coppia e questa cosa l’ho un po’ subita. Ma un programma televisivo è cosi. Le basi ci sono tutte. Dopo la mia ex non mi era mai piaciuto nessuno, ma con lei è diverso, questo trasporto era da tanto che non lo sentivo.

Che ne pensate?