Sangiovanni e Madame hanno un bellissimo rapporto di amicizia: come è nato?

by admin

Pubblicato il

L’attuale cantante e allievo di Amici, Sangiovanni, ha un bellissimo rapporto di amicizia con la giovane e bravissima cantante Madame.

L’attuale cantante e allievo di Amici, Sangiovanni, ha un bellissimo rapporto di amicizia con la giovane e bravissima cantante Madame, che ha partecipato a questa edizione di Sanremo. Curiosi di come sia nata questa amicizia? Andiamo a vedere insieme.

Come riporta Novella 2000, la mamma di Sangiovanni ha rilasciato un’intervista per il settimanale Di Più e ha raccontato di quando suo figlio alle medie era preso di mira dai professori e veniva estraniato dai suoi compagni di classe. La musica lo ha salvato. Ecco le sue parole:

Mio figlio si è calmato mettendosi a scrivere le canzoni che ora sentite ad Amici e tante altre che ancora ha nei cassetti della sua cameretta. Lasciare che la rabbia si riversasse sui fogli lo ha guarito, lo ha cambiato, al punto da attirare l’attenzione di una grande casa discografica, la Sugar di Caterina Caselli, che gli ha fatto incidere due brani: Non + e Parano!a, usciti tra maggio e giugno dell’anno scorso.

Successivamente, grazie alla cantante Madame, è avvenuto l’incontro con la casa discografica di Caterina Caselli. I due abitano in provincia di Vicenza e hanno creato un bel rapporto di amicizia.

Qui dalle nostre parti ha conosciuto Madame, la bravissima cantante il cui vero nome è Francesca Calearo che quest’anno è arrivata ottava a Sanremo con il brano intitolato Voce. È stata lei a portarlo all’attenzione di Caterina Caselli che ha deciso di puntare su di lui.

Infatti, Madame in questi giorni, tramite le IG stories, ha mostrato il suo appoggio per i traguardi raggiunti, ovvero il disco di platino, dal suo amico e collega Sangiovanni.

Lui da sempre ha voluto fortemente entrare ad Amici e quando è successo, ha dovuto per il momento interrompere i suoi studi.

Quando è stato ammesso ad Amici, mio marito e io siamo andati a parlare con i professori. Giovanni frequentava il quarto anno del liceo linguistico, abbiamo chiesto se perdere un anno avrebbe comportato qualche problema e ci hanno risposto che un’occasione del genere era meglio non farsela scappare. Suo padre e io speriamo solo che vada tutto bene, che non resti deluso.

I suoi genitori sperano che le eventuali delusioni non lo buttino giù.

Noi temiamo che tutto, con la stessa velocità con cui è iniziato, possa finire. Il mondo dello spettacolo ci fa paura, temiamo che Giovanni possa avere difficoltà a metabolizzare una delusione e soffrire come già in passato, alle scuole medie, ha sofferto per colpa della scuola e dei professori che lo avevano preso di mira.

Che ne pensate?