“Se tornassi indietro? Andrei a letto con Miriana per strategia”: le dichiarazioni di un ex del GF VIP

by Admin

Pubblicato il

Ecco di chi si tratta!

Alcune dichiarazioni di un ex gieffino dell’attuale edizione del Grande Fratello Vip 6 stanno facendo molto discutere.

Andrea Casalino, infatti, in occasione di un’intervista per Chi, ha parlato di Miriana Trevisan.

Ecco le sue parole riportate da blogtivvu.com:

Miriana? L’altra sera se l’è tirata non poco: “Andrea, stai a rosicà”, diceva, ma non si ricorda che mi invitava a letto con lei ogni sera? Se tornassi indietro? Ci andrei, per strategia. Miriana non è proprio il mio tipo, non amo il botox, il troppo trucco, il troppo tutto, poi lì, nella Casa, anche le più giovani sono ritoccate… Se ripenso alla fase trucco, era un campo di battaglia, per la puntata stavano davanti allo specchio per ore e ore, una roba mistica.

Andrea, inoltre, ha parlato anche di Alex Belli:

Lui, parafrasando Vasco, “è tutto un equilibrio sopra la bugia”. Scherzi a parte, Alex pianifica tutto. Certo, dopo un mese è scoppiato. Allora gli esce la parola detta male, la notte fa l’aggressivo e il giorno dopo comincia con i suoi: “Hey man, tutto ok?”. Dice cose cattive e alla fine sei tu che ti devi scusare… Poi ricomincia a fare il carino.

Capisco che è un gioco, però, se non ti metti veramente in gioco che gioco è? Alex ora può dirti in cento modi diversi che ti vuole bene, ma alla fine non gli credi, non gli credi più, del resto la moglie che non è la moglie, l’anello che non è l’anello…

L’ex gieffino, inoltre, ha parlato della sua dipendenza dal sess0:

È successo quando lavoravo nelle palestre, io ero un personal trainer e quello era un luogo di perdizione, avevo tipo 24 anni. E lì è iniziata questa catena, si è innescato questo meccanismo, direi quotidiano, nel mio spogliatoio. Ma oggi mi chiedo se fossi io.

Vabbè, arrivava la tipa e diceva: “Ma le scarpe per mio figlio sono arrivate?”. Era un codice. E io: “Andiamo nello spogliatoio e le faccio vedere”. Dopo dieci minuti usciva lei, poi uscivo io e continuavo le lezioni: “Alza le spalle, piega le ginocchia… ”.

Quante volte capitava al giorno? Mah, capitava tre o quattro al giorno, tutti i giorni, parliamo di una quindicina di donne che si alternavano in palestra. E poi incontro pure Simona, una bad, bad, bad girl. Sposata, ovviamente. Una macchina da guerra. Due messaggini e nasce questa cosa che dura tre anni. Ricordo che lavoravo sugli impianti petroliferi, smontavo alle sei di mattina e lei alle sette meno un quarto mi aspettava a casa in reggicalze e tacchi a spillo (magari con i figli che dormivano nella stanzetta di là).

Cosa ne pensate?